Privacy Policy

Da un punto di vista di salute e benessere olistico oggi non c’è alcuna ragione in favore dei contraccettivi ormonale: il motivo per cui è così diffusa tra la popolazione femminile è il suo essere presentata e prescritta in maniera tendenziosa e menzognera tanto da ingannare più o meno esplicitamente due, presto tre, generazioni di donne. 

Compito di questo articolo è chiarire alcuni di questi punti taciuti, confusi, dire i non detti affinchè sia possibile un vero consenso informato su questo trattamento sanitario che interessa il 20% delle donne italiane in età fertile, sugli effetti che ha sul corpo e sulla psiche della donna, nonché sulle alternative naturali disponibili. 

Cosa vedremo in questo articolo:

  • Introduzione alla contraccezione ormonale
  • L’impatto sulla Ciclicità Femminile e il ruolo degli ormoni sintetici
  • Quanto ne sai sui metodi contraccettivi?

Siamo tutte grate alle nostre sorelle che prima di noi nella storia hanno attraversato tempi bui in cui sessualità e procreazione non erano prevedibilmente disgiunte e si sono barcamenate nell’esistenza allevando un numero spaventevole di figli, spesso in condizioni di povertà e solitudine emotiva. 

Siamo altrettanto grate a quelle che hanno catalizzato la rivoluzione sessuale degli anni ‘60, e hanno accolto con entusiasmo la possibilità di una sessualità libera e indipendente, che ha fatto della contraccezione ormonale il suo emblema.

Come donne del ventunesimo secolo viviamo nell’era dell’informazione che porta con se maggiori possibilità di scelta e insieme, maggior responsabilità. Stiamo rivalutando saperi antichi per riavvicinarci a un equilibrio con la natura e il mondo a cui apparteniamo, riformulando una diversa considerazione del corpo femminile nella sua unicità e non come brutta copia di quello maschile, e stiamo condividendo esperienze, storie, vissuti che grazie alla crescente connessione ci permettono di accumulare dati che prima erano privilegio di poche ricerche di mercato.

“Al giorno d’oggi, la liberazione delle donne 
assomiglia molto di più a un ciclo mestruale sano e felice, 
libero dal giogo dei farmaci”
 
Dr. Kelly Brogan

La ciclicità femminile e la contraccezione ormonale: o una o l’altra.

La pillola è stata inventata e commercializzata per evitare la gravidanza, solo in seguito è stata commercializzata anche per risolvere i “problemi femminili” legati all’essere donna ed avere una ciclicità.

Essere ciclica e fertile è parte integrante dell’essere donna, anzi è segno di essere una donna sana e in salute, e sono proprio queste naturali funzioni che vengono soppresse dalla contraccezione ormonale.

Infatti questo stato di salute è mantenuto dall’equilibrio ormonale specifico femminile, personalissimo e unico in ciascuna, che dal Menarca alla Menopausa orchestra delicati cambiamenti risultanti nel ciclo ovarico o mestruale e nella conseguente fertilità

E’ interessante sapere che gli ormoni naturali sono sostanze potentissime che si misurano in parti per trilione: per avere un cucchiaino di estradiolo dovremmo distillare il sangue di 250.000 donne in età fertile, per cui giocare con gli ormoni è un territorio delicato e anche la saggezza popolare o il senso comune riconoscono la pericolosità degli squilibri ormonali e i loro effetti su tutta la persona, con detti come “saranno gli ormoni”.

L’alternanza dei nostri ormoni sessuali femminili-prevalentemente estrogeni, progesterone e testosterone in piccole dosi,si traduce in cambiamenti che osserviamo chiaramente attraverso il tracciare il ciclo mestruale: chiamiamo questa pratica “registrazione dei segni e sintomi di fertilità”

Durante il mese mestruale, poiché a cambiamenti ormonali corrispondono cambiamenti fisici, emotivi, psicologici, la donna cambia e questo è naturale, fisiologico e osservabile: il lavoro di Consapevolezza Ciclica mestruale permette di conoscere questi cambiamenti in modo da prendersene cura e usarli a proprio vantaggio nel navigare l’esistenza in un corpo femminile.

Assumendo contraccettivi ormonali blocchiamo questa catena di produzione ormonale, unica e personalizzata e la sostituiamo con un apporto standard e uguale per tutte degli stessi ormoni in versione sintetica. 

Gli ormoni sintetici e il loro effetto sul corpo femminile

Gli ormoni sintetici non sono identici a quelli naturali, ma simili, e alla lunga vanno a rovinare i recettori ormonali: l’esempio che usiamo è quello di tentare di aprire una porta con una chiave che entra, ma non gira.

Cosa accade sostituendo a questo personalissimo equilibrio ormonale, un altro, artificiale ed arbitrario indotto dagli ormoni sintetici dosati rilasciati dai contraccettivi ormonali?

Quello che otteniamo è la temporanea sterilità femminile e uno stato biochimico e psicologico diverso, alterando chi siamo, le nostre scelte e percezioni, influenzando cosa scegliamo e chi diventiamo. Oltre a impattare ovaie, utero e cervice, la pillola altera almeno 150 funzioni vitali e influisce su tutti gli organi e sull’assorbimento dei nutrienti essenziali. 

Per curare i tuoi dolori mestruali e renderti infertile la pillola SOSTITUISCE questa delicatissima orchestrazione ormonale naturale e unica in te, la tua ciclicità femminile ovarica, con un dosaggio standard di ormoni sintetici, uguale tutto il mese per tutte le donne che l’assumono.

Chi prende la pillola NON HA IL CICLO MESTRUALE ne le mestruazioni:il sangue che vede non è una mestruazione, ma un sanguinamento indotto da sospensione dell’assunzione degli ormoni sintetici.

I contraccettivi ormonali sostituiscono il tuo ritmo con un altro artificiale, creando nel tuo corpo uno squilibrio ormonale-gli ormoni vengono si dosati, ma in maniera standard che non può in alcun modo tenere conto della tua unicità come persona, e non lo fa visto che a malapena vengono effettuate analisi di routine prima di prescriverla-esponendoci  a una varietà di possibili effetti collaterali, problemi fisici e conseguenze psico emotive.

Consenso informato e prescrizione dei contraccettivi ormonali

La maggior parte delle donne che assume la contraccezione ormonale sa ben poco di quello che sta facendo: le vicende che le hanno portate a questa scelta si possono riassumere più o meno così.
“Avevo x problema (che può essere la contraccezione ma spesso sono difficoltà mestruali le cui cause non vengono indagate) e sono stata dal medico che mi ha prescritto la pillola, con la ricetta sono andata in farmacia ed è fatta.”

La pillola viene oggi utilizzata principalmente con due scopi: quello per cui è stata messa a punto, evitare la gravidanza (e leggendo capirai perchè non sarebbFe esatto se scrivessi “evitare il concepimento”), e regolarizzare la mestruazione ed eliminare i dolori mestruali. 

Insieme vedremo come non sempre il concepimento viene evitato, ma la gravidanza interrotta (si parla in questo caso di funzione abortiva)e di come il ciclo mestruale non viene curato o regolarizzato, ma temporaneamente soppresso, e così vengono soppressi i problemi che porta con sè, sempre temporaneamente.